Dic
28
2010

TOO CROWDED ON THE LOSING END – Patty Hurst Shifter

BLUE ROSE RECORDS CD0383, 2005
ALTERNATIVE COUNTRY/U.S.A.

“Too Crowded On The Losing End” è il secondo disco per Patty Hurst Shifter, che a differenza di quello che potrebbe sembrare non è una cantautrice ma una rock band di Raleigh (North Carolina), che mescola saggiamente il tipico sound dei Gin Blossom a quello degli Heartbreakers di Tom Petty. Rispetto al disco precedente, il songwriting di J. Chris Smith, voce e anima della band, sembra aver fatto passi da gigante. Laddove prima risultava ancora acerbo e ruvido, ora sfoggia incursioni nella poesia e memorabili cavalcate sonore, degne dei Crazy Horse. Durante l’ascolto si passa dalle divagazioni elettriche di “Happy” e “Never Know” all’alt-country di “When You Lie” e “Shine”, che ci riportano dritto al sound dei dischi dei Flying Burrito Brothers e di “Exile on Main Street” degli Stones. Ma non è tutto qui, perché di tanto in tanto trovano spazio spaccati di romanticismo come “Break Everything” o escursioni psichedeliche come nei dieci minuti dell’epica “acetilene”. Questo disco è senza dubbio la risposta concreta a chi crede che l’alt-country, dopo i Dream Syndicate non abbia quasi più niente da dire.

Salvatore Esposito

Lascia un commento

Ho letto ed acconsento alla Privacy Policy

Contatti redazione

www.folkbulletin.com
Testata giornalistica registrata,
tribunale di Pordenone nr. 497
del 10/6/2003.
Copyright © EditEventi
P.IVA 03881480101

Direttore responsabile Nicola Cossar
Redazione: direttore@folkbulletin.com

Utilizzando gli indirizzi email per comunicazioni, autorizzi al trattamento dei dati personali ex L. 196/2003 dopo aver letto e compreso la privacy policy

Privacy e Cookies