Dic
31
2016

RYAN ADAMS – LIVE AT CARNEGIE HALL – PaxAm Records, 2015


Ryan Adams è un artista che nella sua carriera ne ha fatte veramente di cotte e di crude, discograficamente parlando, spiazzando letteralmente appassionati e addetti ai lavori: grandi dischi, qualche mezza nefandezza, album disponibili soltanto attraverso il suo sito…
Bene… a fine 2014 si è esibito in grande solitudine in due eccellenti serate alla Carnegie Hall di New York, registrate il 15 ed il 17 novembre 2014, per due concerti sold out. Questi concerti che sono stati inseriti in un lussuoso box di 6 LP Live o 4 CD, venduto subito alla velocità della luce  nella sua doppia tiratura e rintracciabile a cifre folli su eBay. Ne esiste anche (e qui cominciano a capire la perversione del nostro) una versione in formato Mp3, registrata in maniera superlativa, che riporta le due serate nella loro interezza, anche queste scaricabili dal suo sito ufficialmente a 39,99$.
Ryan Adams in versione acustica non è una novità del mercato e oltretutto questo disco non è recentissimo, ma la scelta della Carnegie Hall di New York ha per lui un significato particolare: ha sempre dichiarato che quello è il suo luogo preferito per suonare, vuoi per l’acustica leggendaria della sala, vuoi per l’educazione del pubblico, vuoi per l’atmosfera unica che si respira dove hanno registrato, tra gli altri, Dylan degli inizi, i Reinassance, Stevie Ray Vaughan con i Double Trouble

Sono ben quarantadue le canzoni in totale, venti la prima sera, il resto la seconda, con due inediti, This Is Where We Meet In My Mind e How Much Light, equamente divisi uno per concerto, e una lista di canzoni che rappresentano i vari periodi di Ryan Adams che, ricordiamo, è originario di Jacksonville in North Carolina.
Due eccellenti esibizioni che portano questo disco tra i gioielli assoluti nella discografia del nostro.

Questa la scaletta di sabato 15 novembre 2014 – Gimme Something Good (Ryan Adams)
 – 02. Oh My Sweet Carolina (Heartbreaker) – 
03. Damn, Sam (I Love Woman That Rains) (Heartbreaker) – 
04. My Winding Wheel (Heartbreaker) – 
05. Trouble (Ryan Adams)
 – 06. Nobody’s Girl (Gold) – 
07. Off Broadway (Easy Tiger) – 
08. Halloween (Love & Hell French edition) – 
09. New York, New York (Gold)
 – 10. Please Do Not Let Me Go (Love & Hell) – 
11. Rats In The Wall (1984 Ep) 
12. Why Do They Leave (Heartbreaker) – 
13. Sylvia Plath (Gold) – 
14. Crossed-Out Name (Cardiology) – 
15. This Is Where We Meet In My Mind (unissued) – 
16. If I Am A Stranger (Cold Roses) – 
17. Amy (Heartbreakers) – 
18. English Girls Approximately (Love & Hell)
 – 19. Avenues (Whiskeytown – Strangers Almanac)
 – 20. Come Pick Me Up (Heartbreaker)
Lunedì 17 novembre la scaletta, piuttosto cambiata, fu la seguente: 
01. Oh My Sweet Carolina (Heartbreaker)
 – 02. My Winding Wheel (Heartbreaker) – 
03. Dirty Rain (Ashes & Fire) – 
04. My Wrecking Ball (Ryan Adams)
 – 05. New York New York (Gold) – 
06. Friends (Cold Roses) – 
07. Am I Safe (Ryan Adams) – 
08. Ashes And Fire (Ashes & Fire)
 – 09. Gimme Something Good (Ryan Adams) 
10. Why Do They Leave (Heartbreaker) – 
11. Off Broadway (Easy Tiger) – 
12. The Hardest Part (Jacksonville City Nights) – 
13. The Rescue Blues (Gold) – 
14. Lucky Now (Ashes & Fire)
 – 15. Dear Chicago (Demolition) – 
16. Desire (Demolition) – 
17. How Much Light (lato B del singolo I Do Not Feel Like Being Good) – 
18. Firecracker (Gold) – 
19. Kim (Ryan Adams)
 – 20. Call Me On Your Way Back Home (Heartbreakers) – 
21. Black Sheets Of Rain (lato B del singolo Heartbreak A Stranger) – 
22. Come Pick Me Up (Heartbreaker)

Bontà sua, poi, il buon Ryan ha voluto pensare anche a un pubblico che volesse proprio avere un suo CD, senza essere obbligato a svenarsi per trovare i vinili originali. Ecco che allora è uscita una versione che riporta in copertina Ten songs from CARNEGIE HALL. Su questo Cd troviamo dalla prima sera Uh My Seat Carolina, Nobody Girl, Sylvia Path e This is Where We Meet In My Mind, mentre dalla serata del 17 novembre sono state selezionate My Wrecking Ball, Gimme Something Good, How Much Light, Kim, Come Pick Me Up.
Le foto all’interno dello scarno libretto valgono a loro volta l’acquisto. Se amate il cantautore della North Carolina questo disco non mancherà alla vostra collezione.

 

Felice Colussi

Lascia un commento

Ho letto ed acconsento alla Privacy Policy

Contatti redazione

www.folkbulletin.com
Testata giornalistica registrata,
tribunale di Pordenone nr. 497
del 10/6/2003.
Copyright © EditEventi
P.IVA 03881480101

Direttore responsabile Nicola Cossar
Redazione: direttore@folkbulletin.com

Utilizzando gli indirizzi email per comunicazioni, autorizzi al trattamento dei dati personali ex L. 196/2003 dopo aver letto e compreso la privacy policy

Privacy e Cookies