Apr
2
2014

BLUES BORDERS 33. ALLE RADICI DELLA MUSICA AFROAMERICANA

In questo numero recensioni di Trampled Under Foot, Mud Morganfield, Little G. Weevil, Shawn Holt, Cyril Neville, Delmark 60 years of blues.

TRAMPLED UNDER FOOTTRAMPLED UNDER FOOT

BADLANDS

TELARC, 2013

Every color of modern blues! I Trampled Under Foot da Kansas City sono un gruppo composto da due fratelli e una sorella: Danielle Schnebelen (basso e voce, e che voce!), Nick Schnebelen (chitarra e voce) e Kris Schnebelen alla batteria. Il disco, davvero bello, è prodotto dal batterista Tony Braunagel e si avvale delle ottime tastiere di Mike Finnigan (Jimi Hendrix, Taj Mahal, Bonnie Raitt e Etta James).

Il tutto è stato poi mixato da John Porter a New Orleans. Il disco vira su sonorità soul blues ma non mancano venature R&B, swing, southern rock, e jazz.

Da sentire la versione da brividi di “It’s a Man’s, Man’s, Man’s World”.

MUD MORGANFIELDMUD MORGANFIELD

SON OF THE SEVENTH SON

SEVERN RECORDS, 2012

A timeless cd! Mud Morganfield è il figlio più anziano di Muddy Waters. La somiglianza della sua voce con quella del padre è a tratti davvero impressionante.

Il disco è un pregevole compendio di classico Chicago blues (sembra inciso negli anni Cinquanta!) con molti brani originali.  A circondare  Mud alcuni tra i più quotati session man della Windy City:  Billy Flynn, Rick Kreher, Barrelhouse Chuck, E. G. McDaniel, Kenny Smith, Harmonica Hinds e Bob Corritore (quest’ultimo anche nella veste di produttore).

LITTLE G. WEEVILLITTLE G. WEEVIL

MOVING

VIZZTONE  (2013)

Blues without borders! A confermarlo  è l’ottimo cd di Little G. Weevil, nome d’arte di Gábor Szűcs, di Budapest Ungheria, da alcuni anni residente tra Memphis (dove ha fatto il lavapiatti per un anno e mezzo prima di vincere l’International Blues Challenge nel 2013) Londra e Atlanta, Georgia. Qui Weevil si ispira al Mississippi Hill Country Blues e a John Lee Hooker, Fred McDowell e Jesse Mae Hemphill. La maggior parte dei brani è eseguito in solitudine, ricercando sonorità ruvide e antiche, con tre brani in cui è accompagnato da una band acustica ed essenziale.

SHAWN HOLT AND THE TEARDROPSSHAWN HOLT AND THE TEARDROPS

DADDY TOLD ME

BLIND PIG, 2013

Straight from the heart! Ottimo Chicago blues tradizionale, bella voce e un’impeccabile chitarra.  Shawn Holt è il figlio del leggendario Magic Slim scomparso non molto tempo fa. Da alcuni anni Shawn era entrato nella formazione del padre e quando quest’ultimo è mancato è sembrato naturale che fosse lui prendere le redini della sua eredità musicale (band compresa). Ascoltando il disco direi che Holt ha appreso molto bene le lezioni del genitore visto che ha confezionato un album niente male che si ascolta volentieri tutto d’un fiato.

Ospite il chitarrista John Primer.

CYRIL NEVILLECYRIL NEVILLE

MAGIC HONEY

RUF, 2013

Awesome! Dov’è finito lo spirito dei Neville Brothers anni Novanta? Forse in questo disco solista di Cyril Neville cantante e percussionista di quella formidabile formazione. In questo “gumbo” c’è posto per tutti gli ingredienti sonori che fanno di New Orleans una vera mecca della musica roots statunitense: blues, funky, soul, southern rock e persino un pizzico di reggae. Prodotto da David Z l’album si avvale di una all-star band in cui spicca Willie Green alla batteria. Di grande levatura gli ospiti: Allen Toussaint, Dr. John, Mike Zito, Walter Trout e Johnny Sansone. Un grande disco!

DELMARKVV.AA.

DELMARK 60 YEARS OF BLUES

Delmark, 2013

A great cd! La celebre etichetta chicagoana guidata da Bob Koester festeggia i suoi sessant’anni di attività con questa bella compilation in cui sono presenti artisti che hanno fatto e fanno parte della scuderia Delmark. Il cd è particolarmente interessante perché include parecchie tracce inedite. Tra le chicche registrazioni live di Junior Wells, Sleepy John Estes e Magic sam, outtakes di Big Joe Williams e una perla sconosciuta che ci presenta un Little Walter prima della “famosa” svolta elettrica. Presenti anche Lurrie Bell, Studebaker John, Detroit Junior, Toronzo Cannon e tanti altri.

 

 

                                                                                                                                                             Fabrizio Poggi

Lascia un commento

Ho letto ed acconsento alla Privacy Policy

Contatti redazione

www.folkbulletin.com
Testata giornalistica registrata,
tribunale di Pordenone nr. 497
del 10/6/2003.
Copyright © EditEventi
P.IVA 03881480101

Direttore responsabile Nicola Cossar
Redazione: direttore@folkbulletin.com

Utilizzando gli indirizzi email per comunicazioni, autorizzi al trattamento dei dati personali ex L. 196/2003 dopo aver letto e compreso la privacy policy

Privacy e Cookies